Storia del Caffè

LEGGENDA E STORIA

Il frate maronita Antonio Fausto Nairone, insegnante di teologia alla Sorbona dal 1700 al 1710, raccontò ai suoi allievi questa leggenda: un pastore arabo, osservando le capre del suo gregge si accorse che queste, dopo aver mangiato le bacche di certi arbusti, si mostravano particolarmente eccitate e saltellavano come puledri. Il pastore raccolse quei frutti e li portò ad un vecchio saggio il quale fattili bollire come per caso ne trasse un infuso amarognolo che aveva le proprietà di diffondere uno strano calore per tutto il corpo e una sensazione di benessere accompagnati da una vivida lucidità di mente. Le bacche erano, naturalmente, i grani del caffè e l'arbusto la pianta.

pianta caffè

Normalmente il frutto del caffè è rotondo, di color verde che si trasforma in rosso scuro quando è maturo, e diventa marrone scuro quasi nero macerando. E' composto dall'epidermide (epicarpo), della polpa (mesocarpo), della pergamena (endocarpo); sotto la pergamena appaiono i semi cioè i due grani di caffè ricoperti da una tenue pellicola.


LA PIANTA DEL CAFFE'

La pianta del caffè appartiene alla famiglia delle rubiacee, genere coffea. Essa si suddivide in due generi principali: coffea arabica, coffea robusta.

Il 90% del caffè prodotto nel mondo appartiene alla specie arabica, un arbusto alto dai tre ai cinque metri, dal tronco diritto e liscio, con rami lunghi, flessibili e sottili, con foglie lanceiformi e coriacee. I fiori della coffea arabica sono piccoli, simili a quelli del gelsomino, con cinque petali, cinque stami e cinque sepali, un solo pistillo legato all'ovario che nella parte inferiore è diviso in due parti, in ciascuna delle quali c'è un ovulo che sviluppandosi produce i grani del caffè.

coffea arabica

La specie ARABICA viene coltivata nelle parti meno calde delle zone tropicali dove la temperatura media varia tra i 15° C - 25° C e nelle stagioni estreme non scende mai sotto i 10° C e non supera mai i 30° C. I luoghi di produzione dell'arabica sono alcune vaste zone dell'America Meridionale e Centrale, il Messico, le Antille, l'Arabia, l'Africa e in misura minore l'India e l'Indonesia.